NUE interforze

I leader dell'UE hanno raggiunto stamattina un accordo sul nuovo codice delle comunicazioni elettroniche che prevede, tra le altre cose, l'istituzione obbligatoria di:

— un sistema di reverse-112 (allertamenti su telefoni mobili);

— un sistema di geolocalizzazione più accurato;

—un accesso equivalente per i portatori di disabilità attraverso videochiamate e messaggi di testo.

EENA aveva sottoposto ai Membri del Parlamento Europeo un'opinione sul testo in discussione in un incontro avvenuto il 18 ottobre 2017. Il nuovo codice proposto dalla Commissione e ampiamente discusso al Parlamento Europeo, oltre ad aumentare i diritti dei cittadini nei confronti delle aziende di telefonia, incrementa la sicurezza all'interno dell'UE.

Comunicato stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti. Proseguendo la navigazione l'utente ne accetta l'utilizzo. Note legali